MENTOPLASTICA


Aumento e modellamento della regione mentoniera

Le correzioni possibili da effettuare sull'estetica del mento sono fondamentalmente due: la riduzione della regione mentoniera e l'aumento della zona mentoniera.

mentoplastica-additivajpg

Per ingrandire il mento si hanno diverse scelte:

  1.  si usano delle protesi in silicone o in porex che vengono scelte dal chirurgo in base alla correzione che deve effettuare ed alla propria esperienza.
    1. L'intervento viene effettuato per lo più in anestesia locale ed è di breve durata.La via di accesso chirurgica è all'interno della bocca al livello della gengiva esterna.
    2. Viene ricavata una tasca di grandezza adeguata a ricevere la protesi prescelta, quindi viene suturata la via di accesso con punti che vengono rimossi dopo 7 giorni.
    3. Il decorso postoperatorio può presentare dolore locoregionale che può essere affrontato con antidolorifici generici, gonfiore ed ematomi che in pochi giorni scompaiono. Il risultato si può considerare come permanente.
    4. possono essere adoperati dei fillers volumizzanti di acido jaluronico o di idrossiapatite in base all'esperienza del medico che deve effettuare l'impianto.

La tecnica di impianto è relativamente semplice e consiste in un'iniezione del prodotto fino ad ottenere l'effetto voluto. Il risultato è durevole e senza effetti collaterali negativi.

Diminuzione e modellamento della regione mentoniera e sottomentoniera mediante liposcultura o laserlipolisi

Da molti anni si modella il mento prominente, grosso e poco definito (doppio mento) tramite la liposcultura o la laserlipolisi rendendolo più piccolo ed armonico.

Entrambe le tecniche, in anestesia locale, devono essere effettuate manualmente senza pompe di aspirazione e sotto attento controllo dell'operatore per cogliere ogni più piccolo effetto dismetrico.
Al termine dell'intervento viene applicata una benda compressiva che può rimossa dopo qualche giorno.
Utile, in questa prima fase, il ghiaccio per limitare il gonfiore postoperatorio che comunque tenderà a scomparire nel giro di pochi giorni. Solitamente non vi è dolore postoperatorio ma solo un leggero fastidio che può essere controllato con il ghiaccio. Il risultato si può considerare come permanente.