IDROSSIAPATITE DI CALCIO


E' una molecola che negli ultimi tempi sta riscuotendo un successo sempre maggiore in quanto con questo prodotto si riesce ad ottenere un ringiovanimento della pelle più stabile e duraturo rispetto ai filler tradizionali.

images-2jpeg


Si tratta di un sale minerale naturalmente presente nel nostro organismo (perfettamente riassorbibile al 100% in un anno).

Il prodotto si presenta in forma fluida piuttosto densa ed è composto da microsfere di idrossiapatite di calcio legate ad un gel di metilcellulosa; non è idrofilo quindi non causa gonfiore.

La soluzione, iniettata nella pelle, crea un riempimento subito apprezzabile su rughe lievi e profonde; contempoeaneamente, le microsfere di idrossiapatite formano un'impalcatura capaci di stimolare l'attività dei fibroblasti, ovvero di quelle cellule naturalmente deputate a produrre collagene ed elastina.

Tale stimolazione biochimica porta alla creazione, nelle settimane successive, di una rete di nuove fibre di collageni nel derma, con la conseguenza di avere l'effetto liftante dei tessuti trattati ed un'azione di ringiovanimento a lungo termine.

images-1jpeg

In definitiva, oltre ad ottenere l'effetto di riempimento si ha anche il risultato di biostimolazione e distensione della pelle. In capo a pochi giorni la pelle diviene più luminosa e compatta (miglioramento della texture cutanea).

Quali sono le zone che meglio si prestano al trattamento iniettivo con idrossiapatite di calcio?

Gli zigomi, l'area delle orbite, intorno alla bocca, ma anche il collo, il dorso delle mani e persino il corpo, laddove c'è lassità cutanea.

Questo trattamento si rivela d'elezionesoprattutto su zone del volto spesso difficili da trattare efficacemente con altri fillers: per esempio la ruga della marionetta e l'ovale del volto, che può essere rimodellato grazie alla capacità di correzione dei contorni di questo materiale. Si usa molto anche nella zona sotto oculare (tear trough), estremamente delicata e da trattare con cautela. Non solo l'idrossiapatite non richiama acqua (e quindi non appesantisce le borse delle palpebre inferiori) ma, oltre a distendere le rughe, ha un'azione schiarente, che migliora i segni scuri sotto gli occhi.

Non è invece indicata per la correzione delle labbra.

Il trattamento dura qualche decinadi minuti ed è consigliabile anche per pelli molto stanche, per un ringiovanimento globale.

Può essere utilizzato anche come biorivitalizzante non volumetrico nel sottocute con ottimi risultati molto stabili nel tempo.

Gli effetti positivi si cominciano a vedere dopo 3 giorni evanno a crescere nel corso del mese successivo, restando poi stabili a lungo, per 8-10 mesi.

Si possono anche proporre metodiche combinate di idrossiapatite di calcio e acido ialuronico o tossina botulinica, oppure trattamenti associati a tecnologie quali radiofrequenza o ultrasuoni microfocalizzati.