LA DIETA CHETOGENA


 Si tratta di un regime dietetico in cui i carboidrati vengono quasi azzerati e contemporaneamente viene incrementato il consumo dei grassi e soprattutto delle proteine.
Dieta-chetogenica-funziona-alimenti-consigli-controindicazioni-effetti-collateralijpg

Il principio su cui si basa il meccanismo d'azione di questa dieta è la “costrizione” che essa crea al metabolismo dei macronutrienti inducendolo ad adoperare i grassi come fonte di energia.

Solo le cellule nervose non hanno la capacità di utilizzare i grassi come fonte energetica. Per questo l'organismo autonomamente avvia un processo metabolico chiamato chetosi che porta alla formazione di corpi chetonici utilizzabili dal cervello come fonte energetica.

La chetosi si raggiunge dopo appena 2-3 giorni di dieta pressochè priva di carboidrati.

 La dieta chetogena consente una notevole riduzione di peso in tempi molto brevi ed è alquanto semplice da seguire.

Il “difetto” fondamentale di questo regime alimentare è che non permette di “sgarrare” anche di poco dal programma nutrizionale prefissato. 

Chi segue questa dieta, già pochi giorni dopo l'inizio, dichiara di avere più energia anche se all'inizio (in prima e seconda giornata) riferire sintomi fastidiosi come stitichezza, senso di stanchezza, difficoltà respiratorie, senso di nausea, riduzione del senso di fame.

 

Una nota positiva interessante è che la dieta chetogena migliora la qualità della vita in senso globale, aiuta ad incrementare l'attività fisica , l'attività sessuale e ridurre le problematiche individuali legate al sonno. 

Questa dieta, seguita da un medico competente, non presenta aspetti negativi degni di nota anzi consente una perdita maggiore di peso rispetto agli altri tipi di dieta magari bilanciate ed ipocaloriche. 

Un aspetto molto interessante, da sottolineare, è che la dieta chetogena determina una perdita di peso legata solo alla riduzione della massa grassa preservando la massa ed il tono muscolare. 

Possono essere abbinati integratori capaci di affrontare le problematiche legate alla stipsi e dove coesiste la ritenzione idrica. 

Occorre sottolineare che la fase più critica di qualsiasi tipo di dieta e della chetogena in particolare è quella del mantenimento del risultato raggiunto.

Durante questo periodo è oltremodo importante essere seguiti dal medico competente.

Il metabolismo e le abitudini personali devono assestarsi ed “abituarsi” ad un nuovo stile di vita, per ottenere ciò occorre effettuare controlli medici periodici per lungo tempo.